Piergiorgio Gawronski

il coraggio di cambiare

UN’ AUTORITA’ GARANTE PER LA P.A.

Posted by piergiorgiogawronski on February 11, 2000

Una Autorità Garante della Pubblica Amministrazione

“La pubblica amministrazione continua ad essere vittima di abusi e agli sprechi. I tentativi di ridurli sono velleitari fintantoché non cambieranno le regole, e non ci sarà chi le fa applicare”. Lo ha dichiarato il candidato alla Segreteria Nazionale del Partito Democratico, PierGiorgio Gawronski, secondo il quale “il governo è ai minimi di popolarità perché chiede sacrifici, ma la classe politica non dà l’esempio”. “Un comandante non può mandare i suoi subordinati in prima linea, restare dietro, ed essere popolare”. Gawronski ha anche affermato che “in questi giorni mi segnalano casi di ‘mobbing’  in diverse istituzioni anche ai vertici del paese: una vergogna che deve finire”.

Gawronski  ha anche insistito sugli sprechi e sui costi delle istituzioni: “Mentre il governo taglia da una parte, nuovi sprechi si creano da un’altra. Troppi politici cooptano i loro amici nelle amministrazioni, senza passare per i concorsi pubblici richiesti dall’art. 97 della Costituzione. Il risultato è un eccesso di dipendenti nel settore pubblico, stipendi esagerati, carriere fulminanti di personaggi mediocri che poi diventano inamovibili”. “Occorre spezzare il nodo che la politica ha stretto intorno alla pubblica amministrazione, ristabilire il principio della terzietà, e riqualificare le istituzioni.

L’economista chiede la creazione di una forte Autorità Garante della Pubblica Amministrazione, autonoma dalla politica, sotto l’Alto Patrocinio del Presidente della repubblica, “che faccia rispettare le regole, quando ci saranno. In Italia ci sono troppe regole: solo la politica è senza regole, e ne approfitta per attribuirsi tutti i privilegi. Non è per demagogia che pongo questo problema, ma perché ogni ripresa del senso civico in Italia non può che partire dal vertice. Dopo la Finanziaria”, ha concluso, “bisognerà rivedere con urgenza i rapporti fra politica e pubblica amministrazione”.
(10 Settembre 2007)
Advertisements

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d bloggers like this: